Lesioni dell’anima

Articolo della primavera 2016

Una delle tante cose brutte della mia malattia sono i dolori auto – inflitti. Nel mio caso i graffi sulla faccia. Perché in faccia? Mi ha chiesto qualcuno, perché il dolore è più forte, si vede di più ed è più facile, non riesci a prenderti a sberle, allora preferisci usare le unghie. Il brutto è che poi i segni diventano rughe e, ad una certa età certe cose si notano.

Allora un tuo ex che non vedi da più di dieci anni che t’incontra e ti dice “come sei invecchiata” ti fa stare male per una settimana, anche se ti racconti quella dell’uva o lo fai morire “sparato” in un libro.

Oggi mi sono graffiata, ieri avevo voglia di piangere e pensavo a mia madre, pensavo anche alla madre di mio cognato che è in un ricovero da qualche giorno e ha passato Pasqua lì, pensavo al marito di mia sorella che non ha mai pianto in vita sua o quasi che stupisce la figlia ventenne con quelle lacrime per quella mamma in quel posto così triste ma inevitabile perché ormai sul viale del tramonto della vita.

Pensavo che da ventisei anni le feste erano tutti assieme ed ora c’è una diaspora assurda, per i morti, i malati e per tante cose tristi.

Penso che quelli che stanno bene vanno in viaggio ed io non posso permettermi un posto più lontano del centro della città.

Ma oggi i miei graffi sono perché non mi hanno di nuovo capita.

Mi hanno di nuovo dato la colpa per le cose che mi hanno fatto male, per le cose che mi hanno fatto ammalare, che oggi mi fanno svenire, soffrire, piangere.

La mia è una malattia vera. Non l’ho letta su internet e ora, mentre mi bruciano le guance penso che ho perso mezzo pomeriggio a dare spiegazioni su questo social, con mio marito che si sente ferito quando è lui ad aver ferito me.

Lui tiene i musi invece di aiutarmi.

I miei graffi sono una richiesta d’aiuto che chi dovrebbe capire prende come un’offesa personale.

Non posso dare spiegazioni scientifiche ad una cosa che non so. So solo che è di nuovo buio e la mia faccia brucia.

 

Immagine in evidenza: Fotolia, in licenza XS “Elements of The Mind” di agsandrew