Ho letto: “La Rivincita di Monna Lisa” di Anna Nihil

Dato che, in questo periodo, sono in pieno blocco dello scrittore, non tanto dovuto alla mancanza di ispirazione, quanto a una serie di “situazioni spiacevoli”, che mi hanno fatto sprofondare totalmente nella mia incertezza, nel dolore e nello sconforto … mi sono decisa, finalmente, a dare spazio ad altri autori; quindi da scrittrice a passare dalla parte della lettrice. Avevo fatto una promessa a delle “colleghe” di leggere delle loro opere che avevano attirato la mia attenzione. Io non sono mai stata una che legge “a comando”, o per simpatia, ma se una cosa m’intriga, interessa, o se in qualche maniera, m’incuriosisce allora credo che meriti, a maggior ragione, se questa è scritta da qualcuno che in un modo o nell’altro ho avuto modo di imparare a conoscere e ammirare. Così in questi giorni mi sono dedicata alla lettura del libro La rivincita di Monna Lisa di Anna Nihil un romanzo di narrativa storica molto ben documentato che traccia le vicende di due donne, in particolare: una madre e una figlia, che sono passate alla storia in maniera quasi invisibile, perché la Storia spesso ha lasciato alle donne ruoli marginali, quello di riproduttrici, di sfornartici di eredi regali e nulla più … fatta qualche rara eccezione.  In questo caso, invece, la storia quella del Rinascimento italiano e non, viene vista dal punto di vista femminile; un Rinascimento vero ma tralasciato o appena accennato nei libri di scuola, quello di tutte le donne che sono state protagoniste, anche forse di più degli uomini di cui erano spose, madri o sorelle. Io non sono una grande amante dei romanzi storici, ne ho letti pochi in vita mia e tendenzialmente quando diventano troppo nozionistici, quando somigliavano troppo a dei libri di storia non sono riuscita più ad andare più avanti. Non è stato questo il caso, perché Anna è stata molto capace di intrecciare quelli che erano gli avvenimenti storici con le avventure e disavventure della sua protagonista in maniera molto sapiente senza perdere narrazione, e senza finire in una descrizione troppo stucchevole come succede spesso nella narrativa di questo genere. La Rivincita di Monna Lisa è un libro da una trama sicuramente avvincente, interessante, appassionante. Soprattutto, ha il potere di fotografare perfettamente un’epoca e dare voce ad una donna che diventa il prototipo di un’eroina quando appunto la Storia “ufficiale” spesso tace o accenna e basta. Ricorda in alcuni tratti (caratterialmente, anche se Isabella a parità di fascino e passionalità è molto più intrigante e interessante) la spavalda indomabile Angelica, (Angélique, Marquise des Anges) protagonista di una serie di libri di Serge Golon ma sicuramente più nota per i film interpretati da Michèle Mercier degli anni sessanta, anche se, in questo caso, siamo in tutt’altro periodo storico.

Ho apprezzato molto anche la spiegazione finale di come Anna sia arrivata a scrivere questo libro e aver fatto scoprire due personaggi storici che difficilmente s’incontrerebbero, se non come è accaduto all’autrice: quasi per caso, per destino, non si vanno di certo a cercare e non si trovano, appunto, un libro di testo. Un romanzo che potrebbe diventare un’ottima serie televisiva o un film, che potrebbe davvero aprire a una conoscenza storica vera, che spesso nella narrativa di genere viene lasciata un po’ in secondo piano, trascurata, perché non viene curato l’aspetto della veridicità mantenendo invece più preponderante quello della finzione. In questo caso, la Storia e la finzione si fondono perfettamente assieme collaborando senza irrompere l’una nel campo dell’altra ma insieme intrecciate nella giusta armonia per rendere l’opera completa, gradevole alla lettura e allo stesso tempo senza svarioni e licenze poetiche dal punto di vista storico. Particolare che a me è piaciuto molto è stato l’attenzione che l’autrice ha dato allo sviluppo dei personaggi considerandoli nel loro contesto storico e quindi facendoli parlare come effettivamente si pensa possano aver parlato delle persone vissute a cavallo tra Quattrocento e Cinquecento. Questa potrebbe essere una cosa scontata, ma di fatto, lo sappiamo da lettori e da spettatori di serie televisive e di film storici non sempre è un dato rispettato soprattutto in tante produzioni d’oltreoceano.

Laura L.C. Allori

 

  • Titolo: La rivincita di Monna Lisa
  • Autore: Anna Nihil
  • Data di uscita:2017
  • Pagine: 230
  • Copertina: morbida
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788892656253

 

Per acquistare il libro: https://www.youcanprint.it/fiction/fiction-generale/la-rivincita-di-monna-lisa-9788892656253.html

Altre opere di Anna Nihil: http://ilibridianna.blogspot.it/