Ho letto “Ometti. I cento pensieri per sopravvivere a tua moglie ovvero gli uomini spiegati alle donne”  di Mario Milani

22092_1006856295994226_5955031154973277310_nRipropongo una recensione fatta un paio di anni fa abbondanti. Questo libro resta sempre attuale anche se scritto e concepito già da tempo il libro descrive la dinamica di coppia dal punto di vista di un lui decisamente distratto e da una lei progenitrice della mamma Satana de iPantellas

Ometti. I cento pensieri per sopravvivere a tua moglie ovvero gli uomini spiegati alle donne” 
di Mario Milani (Autore) Mondadori (editore)

http://www.amazon.it/Ometti-pensieri-sopravvivere-moglie-spiegati/dp/8804647728

Recensione del 2 giugno 2015

Questo libro è entrato nella mia vita in modo anomalo, un tweet che pensavo sbagliato e zac è partito l’interesse. Leggendolo, già dalle prime pagine mi sono scattati i contrasti. L’incipit commuove, l’evolversi diverte in un’altalena di emozioni in cui le note sono i picchi più alti di questa storia che scatena ossimori emozionali di riga in riga. Leggendolo si diventa un po’ Toronto 42 e un po’, in quanto donna, parte di quelle donne … Resta che il libro in sé è un capolavoro del suo genere perché è scritto bene (cosa che da un uomo una non si aspetta eheheh) e oggi trovare cose scritte in italiano è difficile, ma tocca un argomento comune da un punto di vista e con una poesia totalmente nuova che lo rende agrodolce, appunto, alternante nel ridere e nel sentirsi una sorta di Fantozzi ma con certamente più “spessore” del personaggio di Villaggio. Sì perché se l’ironia grottesca del ragioniere è solo raramente alta negli intenti, l’ironia di Milani è quella classica (dei classici) ma giustamente e sapientemente introdotta nella modernità. Un nuovissimo realismo che dipinge una realtà quotidiana con la comicità, che descrive la vita di un uomo che potrebbe essere chiunque, che suggerisce situazioni che ci troviamo davanti tutti i giorni. Mi ha conquistato con l’ironia? Sì. Come autrice, ma soprattutto come donna e moglie (rompiscatole) di un uomo bruttino che mi ha conquistato con la simpatia. Lo sconsiglio fortemente ai permalosi!