Sympathy for the devil

di Laura Allori (clicca sul nome per l’articolo sul sito originale)

Sympathy for the devil: La cancellazione della serie tv Lucifer mobilita il web.

Succede sin dal triste annuncio, dato per primo da Tom Ellis, protagonista della serie Fox, creata da Tom Kapinos su soggetto di Mike Carey, autore dell’omonimo fumetto Vertigo – DC Comics.

Tentiamo di analizzare i perché di questa ennesima delusione per i fan di tutto il mondo, dopo Grimm e assieme a The Exorcist, pare che l’unica serie dello stesso tema a restare viva sia Supernatural di Erik Kripke con gli inconfondibili protagonisti i fratelli Winchester.

Lucifer ha come protagonista l’angelo caduto, il diavolo che, venuto sulla terra per avere una vita normale, giocando a fare il detective s’innamora della bellissima Chloe e questo lo rende incredibilmente umano. Così, l’affascinante protagonista, dai lineamenti mediterranei e un accento British da far invidia alla regina Elisabetta, si scopre vulnerabile e non più immortale, crede di essere sotto le grinfie dell’ennesimo scherzetto del “Padre”, in realtà, dell’umanità che lui un tempo aveva invidiato e che gli avevano fatto perdere il posto in Paradiso e guadagnare il regno incontrastato dell’Inferno, lui acquisisce tutte le debolezze e i pregi, tra cui il più ambito tra gli angeli: il libero arbitrio.
Alla fine, pare proprio che il nostro diavolo si sia “redento” facendo la cosa che i cristiani da sempre predicano, ovvero innamorandosi incondizionatamente, pur cercando di restare estraneo al sentimento, pur mantenendo i vizi capitali ben vistosi come sesso, alcol e droga, fatto “divinamente” il primo e retti magistralmente gli altri due. Così l’arcangelo decaduto, per amore non solo ritrova le sue ali ma, apparentemente, perde la sua “devil face”, almeno fino al “gran finale”, che in un colpo di scena, cambia le carte in tavola e lascia tutti in attesa di una quarta stagione che, al momento, non pare esserci volontà di produzione. Così, è partito già da domenica 13 maggio lo hashtag #SaveLucifer #PickUpLucifer, su tutti i social network, soprattutto da Twitter, da cui è partito proprio dal profilo di Tom Ellis, l’attore gallese volto del diavolo in tv.
Per chi volesse unirsi alla campagna: https://twitter.com/tomellis17
Per saperne di più: https://www.facebook.com/groups/2131642383721726/
https://www.facebook.com/LuciferonFOX/

APPROFONDIMENTO:

Lucifer (DC Comics): Lucifer Samael Morningstar è un personaggio di supporto nella serie di fumetti The Sandman e, successivamente, come spin-off vive di vita propria e viene pubblicato dalla Vertigo del gruppo DC Comics. Non è la prima volta che i fumetti presentano Lucifero, il Diavolo dei Cristiani e/o l’angelo ribelle degli Ebrei, ma questa interpretazione di Neil Gaiman è del tutto nuova ed è entrata nei personaggi di Sandman nel 1989. Lo spinn – off, dà a Lucifer una storia propria scritta da Mike Carey, descrivendo le sue avventure sulla terra, quel che accade nel cielo, e nei vari altri regni della creazione, della sua famiglia e nei vuoti creatosi dopo aver abbandonato l’Inferno nel fumetto di Sandman dove, due angeli, parecchi demoni, un essere umano e Superman hanno preso il suo posto come regnanti dell’inferno.
Curiosità: Lucifer dei fumetti è biondo, algido, mentre Tom Ellis è moro e dai lineamenti latini anche se nato nel Regno Unito. Il personaggio di Chloe pare non essere presente nei fumetti.
Lo stesso personaggio DC Comics, compare nel film “Constantine” e nella serie televisiva “Smallville”, ma non interpretato da Tom Ellis.
Lucifer, incluso Sandman Presents mini-series e Lucifer, è stato stampato in 11 volumi:

1    Devil in the Gateway ISBN 1840232994
2    Children and Monsters ISBN 1840233915
3    A Dalliance with the Damned ISBN 1840234709
4    The Divine Comedy    ISBN 1840236930
5    Inferno ISBN 1401202101
6    Mansions of the Silence ISBN 1401202497
7    Exodus ISBN 1401204910
8    The Wolf Beneath the Tree    Vertigo ISBN 140120502X
9    Crux    Vertigo ISBN 1401210058
10    Morningstar    ISBN 1401210066
11    Evensong    ISBN 140121200X

Gli undici volume sono stati tradotti anche in Italia e sono disponibili a colori in fumetteria o sui bookstore on line.

Un ulteriore commento: probabilmente le motivazioni della cancellazione della serie rimarranno oscure, a differenza di quanto successe con Sense8, nella quale i costi di produzione la facevano da padroni, ma i fan hanno ottenuto ragione e il prossimo 8 giugno Netflix trasmetterà il puntatone finale; in questo caso, i costi non parrebbero così proibitivi, location unica, sempre più o meno la stessa, pochi effetti speciali. Qualcuno azzarderebbe troppa compassione per il cattivo dei cattivi, tante, anche troppe le differenze dal fumetto d’ispirazione e, allora si potrebbe anche pensare a un tentativo di marketing, sperando in una quarta stagione, che visto il finale della terza, potrebbe essere stata in parte già girata o, meno probabilmente, un doppio episodio conclusivo della terza, come per Sense8. Vedremo se Tom Ellis e i fan avranno la meglio, da fan, lo spero anche io.

#SaveLucifer
Crediti Fotografici: Fox Television, Netflix, CW, DC Comics