Tutti pazzi per Andres! [spoiler*]

Nel giorno del suo compleanno, vogliamo dedicare al controverso personaggio della saga di Per Amore e per una serie di estratti dei suoi “highlight” scelti dai lettori.

———–*Attenzione! SPOILER!!! ————

Iniziamo con la scheda tecnica!

  • NOME E COGNOME Andres Cortes // Yaris Etxeberria
  • NAZIONALITÀ spagnola
  • DATA DI NASCITA A 1.09.1966 Bilbao Spain; Morte 13.11.1999 – Redivita 14.11.2015 a Malta.
  • STATURA 184 cm
  • OCCHI verdi
  • CAPELLI biondi con il tempo grigi
  • CORPORATURA muscolosa atletica
  • SEGNI PARTICOLARI praticamente perfetto
  • GENDER eterosessuale
  • GENITORI Patricia Vasquez; Eduardo Etxeberria
  • FRATELLI/SORELLE Javier; Turquoise
  • CONIUGE Madleine Matisse (1992 -1999) Lilith Minniti Waganatasaran (2015- in corso)
  • RELAZIONI IMPORTANTI Javier (fratello); Esmeralda (amica/amante); Michel (amico); Marcus (amico/suocero); Nicole (amica); Vincent (figlio); Madleine (ex moglie/amica); Aragorn (amico); Niside (amante)
  • FIGLI Vincent, Emily, Laurent, Turquoise, Mercy
  • PROFESSIONE Architetto arredatore. Front man dei Dark Warriors; fotomodello.
  • CATEGORIA PAOLINA Cherubino di San Tito; virtù di Spes (fino al 1999); Custos (angelo di Caritas)
  • SOPRANNOME Bonazzo
  • SOMIGLIANZE REALTÀ Jude Law (anni 2000), Ricky Martin (anni Novanta); Marcus Schenkenberg.

AndresLilith (2)

[DA BETTER TOGETHER CAP 12]

Ci sistemiamo nelle nostre stanze e vedo che Lilith è pallida: «Tutto bene, tesoro?»

«Gli spostamenti in teletrasporto per delle distanze così lunghe mi destabilizzano, sento il jet lag anche se non abbiamo preso l’aereo. Ho una nausea assurda da stamattina presto!»

«Troppa focaccia di Recco ieri!?»

Lei mi sorride: «Può darsi!»

Mio fratello dice che sono tonto, lo affermava da bambini, e ha continuato anche dopo che sono ritornato dalla morte, ma a volte stento a credere alle situazioni; un certo non so che mi suggerisce una cosa nella testa, se seguissi quel pensiero sarei sicuramente la persona più acuta della terra, al contrario, io lo rifuggo e questo fa sì che non mi accorga delle cose più evidenti in funzione di una sorta di preconcetto sul “troppo bello per essere vero” o sulla mia totale incapacità di pensare male a prescindere. Così, vedo Lilith correre verso il bagno a vomitare e, la prima cosa che penso è che davvero la focaccia di ieri sera sia stata mal digerita, e forte della mia intuizione da uomo saggio e maturo, me ne vado in camera prima di Geneviève e Naveen, poi di mio figlio e Sofi a chiedere se avessero qualcosa per la nausea. Ed entrambe le ragazze mi precedono nel nostro bagno, dal quale io resto fuori come un babbeo cercando conforto nei due ragazzi. L’unico che se ne frega di tutto è Velimyr, al telefono con Parsifal.

«Da quand’è che hai detto di avere nausea?» chiede Geneviève.

«È qualche giorno, solo di mattina, poi mi torna una fame assurda. Prima, il profumo del collega di Nick, quello d’origine asiatica, mi ha fatto salire la voglia di vomitare!»

«Hai già avuto il ciclo questo mese?» continua la figlia di Michel.

«No, dovevano venirmi la settimana scorsa»

L’altra sorride e guarda Sofi.

«Vuoi che ti legga?» chiede quest’ultima.

«Tu puoi farlo come Cassiopea?»

«Io ho i poteri di tutti, purtroppo»

«O menomale!» aggiunge Lilith «comunque, sì. Perché il dubbio di essere incinta ce l’ho!»

Sophia sorride illuminandosi: «Una sorella per Laurent, Vincent e i due Naveen di cui uno si chiama Velimyr!»

«Oh, mio Dio!» Lilith tira un gridolino isterico stile adolescente davanti al cantante preferito.

Noi altri, fuori, ignari di tutto. […]

«Va tutto bene lì dentro?!» chiedo.

Escono.

Geneviève e Sofi fanno la faccia da poker e ritornano nelle loro stanze. Naveen chiama Velimyr: «Altro me, vieni con noi!» evidentemente è più sveglio di me!

«Devo preoccuparmi?» domando una volta soli.

«No. Almeno, spero di no …»

«Come stai?»

«Bene, mai stata meglio!»

Io mi sento un idiota.

Lei schiarisce la voce e m’invita a sederci sul letto: «Ascolta, Andres. Io non so come te l’abbia detto Madleine a suo tempo» mi sale il panico, ma lei continua «so bene che, quando io lo dissi a Parsifal lo feci molto male»

«Mi vuoi lasciare?» chiedo con l’espressione inebetita.

Lei mi ride in faccia.

«Io ti amo da morire e da tre minuti a questa parte ti amo ancora di più! Collega i pezzi, tesoro: ho vomitato, ho fame, e cosa ti ha detto Madleine tanto tempo fa, più o meno in questo stesso periodo? Cosa ho detto a Parsifal, o meglio, nel suo caso l’ha visto Elièzer alla fine della battaglia contro Adrienne nel 2007?»

Sono un imbecille.

Cassiopea direbbe: bello e stupido, un classico!

«Sono incinta, Andres. Lo sospettavo per le nausee, ma ho un ritardo di una sola settimana, allora Sophia mi ha letta e ha visto che è una bambina!»

Se non fossi seduto sarei appena caduto a terra dall’emozione. Io? Di nuovo padre? Questa volta con buone prospettive di godermi questa bambina in tutto il percorso della sua vita, o almeno per tutta quella parte che, nel caso di Vincent e Laurent si è vissuto mio fratello! Sono felice. Sono preoccupato: «Sono vecchio, Lilith»

«Hai cinquant’anni, non sei vecchio!»

«Alla mia età gli altri fanno i nonni, guarda Javier, Keanu, Christopher, Akim …»

«E tu farai il papà. Come non hai potuto per i gemelli!»

Piango di gioia e la bacio: «Ti amo!» poi la stringo «Hai detto che è una bambina?»

«Sì, Sophia dice che è femmina»

«Io avrei un’idea per il nome … anche se è presto»

«Allora tienila per te, ok?»

flaf001--[VENETIAN DREAM CAP 2]

Intanto Andres sta spezzando il cuore a Madleine.

«Perché ti sconvolge così tanto che Tristan ti ami?» chiede dopo che lei le ha raccontato il tutto.

«Ma come, me lo chiedi? È te che amo Andres!»

Andres si mette le mani in tasca e alza le spalle: «Da stasera, sai quanto tempo è che non me lo dici?»

Lei fa segno di no. «Da quando Javier era morto»

Madleine si scrolla e reagisce:

«Ángelsgarðr ti ha fatto male Andres!»

«Invece mi ha fatto benissimo, sono stufo di prendere le briciole di mio fratello. È Javier e solo lui che ami, lo ami così tanto da rinunciare a lui per stare con me, perché sai che per lui la mia felicità è più importante della sua

«Basta, Andres!»

«No, ho appena cominciato… Non posso amarti così, Madleine, è troppo anche per me. Lo so che è stato il tuo amore a riportarlo dalla morte, lo so che il vostro amore ha resistito al sortilegio di Erik, anche perché ho finto che avesse preso anche me, io ricordavo benissimo tutto e appena ho intuito cosa fosse successo ho voluto stare a vedere cosa avreste fatto!»

«Allora avrai visto che non abbiamo approfittato della situazione, basta Andres; Javier sposerà la madre di suo figlio tra meno di due mesi!» urla Madleine.

Andres è raggelante: «Faresti bene a fermare in tempo questa farsa per il bene di tutti!»

Madleine scoppia a piangere:

«È finita dunque, tu che hai detto che mi avresti aspettata anche tutta la vita?»

«Ho una vita sola, Madleine. Mi dispiace‎» ‎sussurra e se ne va disperato ma lei non lo sa.

Sullo sfondo la festa continua ed è accesa dalla nuova notizia di Esmeralda e Sean.

Cristina si accorge che Madleine manca dalla sala da troppo tempo.

La raggiunge nel chiostro, dove l’altra le racconta l’accaduto.

«Caspita, Madleine, non ti sei fatta mancare nulla stasera eh!?»

hndpromo

[HOPE NEVER DIES CAP. 5]

Vincent riattacca e mi fissa: «Sai che tutto sto merdone è per salvare quella gnocca di tua moglie?»

Sorrido.

«Hai poco da ridere, vorrei farti quello che non ti ha fatto Agas in questo momento!»

«Non è per quello, è una conseguenza del buco temporale di Desperatio, lo stesso di cui anche noi due redivivi facciamo parte»

Vibra ancora il telefono di Vincent: «Ecco, è l’altro tuo figlio, quello che la prenderà male, perché è molto offeso del fatto che potevo evocarti solo io!»

«Vin, emergenza!»

«Fammi indovinare, ha appena suonato alla porta nonna Luxuria chiedendo della mia ex?»

«No, ma nel mio letto c’è una bellissima ragazza nuda che ho raccolto nella Fontana della Speranza distrutta. Ho preso anche la spada e l’ho portata a casa»

«Mamma e papà dove sono?»

«Non lo so, non li ho trovati in casa quando sono rientrato dalla corsa. WhatsApp questo sconosciuto!»

«Be’, se hai una gnocca nel letto sei stato più fortunato di me, io ho il figlio adottivo di Ema e Gian sul mio divano, cresciuto di vent’anni …»

«Dove l’avete trovato?»

«Davanti alla porta di casa di Agostino e Lilian, a Roma!»

«Non so cosa fare …»

«Teseus?»

«Cellulare spento come i nostri genitori»

Mi sale il panico.

«Ecco, così capisci cosa provassi io!»

«Con chi stai parlando?»

«Con uno dei fiocchi di merda che stanno piovendo dal cielo da ieri notte!»

«Vincent, non capisco»

Mi prende la mano e si teletrasporta in camera del fratello.

«Laurent, ti presento nostro padre, redivivo e non risorto!»

Lui rimane con il telefono appoggiato all’orecchio immobile, mi fissa senza neppure battere le ciglia.

«Papà, cioè Javier godrà da morire a vedere che sei più grigio di lui!»

«Pagherei perché fosse la reazione peggiore di tutte!» rispondo mentre mi avvicino a lui. Lo abbraccio: «Bentornato, papà!»

Vincent incrocia le braccia e batte con un piede a terra: «Ah è così, hai suonato alla mia porta con addosso un camice a da chierichetto e conciato come Cast Away, ti ho dato vestiti, cibo, un letto dove hai pure trombato con la tua fichissima moglie e tu abbracci lui. Me lo ricorderò quando dovrò spiegare agli altri perché sei tornato e cosa ti sei trascinato dietro!»

Laurent scoppia a ridere ed io allungo un braccio e stringo anche Vincent: «Hai ragione, ma una delle poche cose che ricordo della mia morte sono i dialoghi con te ed è come se ci fossimo frequentati più spesso»

«A parte gli attacchi di panico è stato bello anche per me …»

Laurent ci interrompe: «Scusa, ma come sarebbe la storia della fichissima moglie

Spieghiamo velocemente il tutto e Laurent la prende meglio di quanto credessi, chiosando: «Quindi, adesso in casa tua ci sono Mandy e Lilith da sole?»

«C’è anche Freddy addormentato»

«Ah beh, allora …»

Si sente il rumore della porta. La voce di Madleine:

«Laurie, che cavolo! Fa un caldo infernale!» arriva alla sua camera e ci trova lì.

Non dice una parola.

Mi butta le braccia al collo e mi stringe.

Io ricambio l’abbraccio. L’ultima volta che siamo stati così vicini è nel momento in cui mi ha ucciso.

«Dimmi solo che Esmeralda è, e rimarrà lì dov’è!» mi chiede

«Sì, tranquilla»

Vincent e Laurent si guardano: «Siamo sicuri che sia la mamma?» bisbiglia il primo.

«Per me è la spogliarellista di Akim …»

«Chi?» chiedo.

«Lascia perdere, una lunga storia» risolve Madleine.

«Eppure dovresti ricordarlo … fa parte delle interazioni con noi vivi» corregge Vincent.

«Ah, la mamma di Ilona! Olga … ok, ci sono»

Spieghiamo a Madleine la situazione, lei non fa una piega riguardo Lilith, neppure alle battute di Vincent sulla mia notte, guarda la ragazza nel letto di nostro figlio:

«Sapete che mi ricorda Naveen …»

«Mamma, veramente a me ricorda Gemma» obietta Laurent.

«E allora se fate uno più uno, quella è Laura Raskol’nìkov. Quindi, fratello, se speravi di spararti un addio al celibato con lei sappi che è nostra nipote!» commenta Vincent.

«Probabilmente ha a che vedere con l’uomo che è a casa tua» aggiunge Madleine.

Arriva mio fratello.

«Avete freddo? Maddy … Laurie, ci siete?»

Vincent chiude la porta della camera e ci si para davanti: «Terrore, panico!»

Ridiamo tutti. Mi avvicino a mio figlio.

«Tesoro, lasciami passare, prima o poi deve succedere!»

Esco e Javier non fa una piega.

Anzi, scoppia a ridere perché vede spuntare dalla porta le teste dei gemelli e di Madleine una sull’altra stile cartone animato.

«Andres …»

«Javier …»

Tre passi e sono tra le sue braccia, in lacrime.

«Dio, come mi sei mancato, fratellino!»

Dopo qualche secondo, si rivolge ai ragazzi: «Cosa vi aspettavate, che lo sbranassi?»

«No ma credevo che un minimo di sclero …» obietta Vincent.

«Va be’, è il caso che ve lo diciamo allora …» s’inserisce Madleine «ieri notte Lilian e Agostino non sono tornati a Roma ma sono andati a casa Keaton»

«Da dove veniamo anche noi e sapevamo già tutto, io sono passato da te Vincent, e ho visto Lilith, e sì mi chiedo anche io perché non abbia usato mai quel corpo! Complimenti, hermano hai una moglie guapa e più giovane di vent’anni!» conclude Javier.

«Potrei prenderti a scarpate, Bel Tenebroso!» lo rimprovera Madleine.

 

Andres è uno dei protagonisti della saga di Per Amore e per ed è presente in tutti i libri della saga, dei quali in Hope Never Dies e Better Together è anche co-narratore: https://www.amazon.it/s/ref=dp_byline_sr_book_1?ie=UTF8&field-author=Laura+L.C.+Allori&search-alias=stripbooks

photostudio_1527506190525

Copyright immagini Lallycula riproduzione vietata senza consenso dell’autrice