Nasce il Premio DeA Planeta

25 settembre 2018 – DeA Planeta Libri, la casa editrice italiana nata a inizio 2017 dai gruppi De Agostini e Planeta, presenta la prima edizione di un nuovo premio letterario: il Premio DeA Planeta.

L’esperienza spagnola

Il Premio Planeta è stato creato a Barcellona nel 1952 dal fondatore di Planeta, José Manuel Lara, con l’obiettivo di promuovere opere inedite di autori spagnoli. Da allora è cresciuto e si è adattato ai successivi periodi storici, fino a diventare, quasi settanta anni dopo, uno dei più importanti riconoscimenti letterari mondiali della letteratura in castigliano. Il 15 ottobre è ormai uno degli appuntamenti più attesi nel calendario letterario spagnolo. Alcuni degli autori premiati sono molto noti anche in Italia: Mario Vargas Llosa, Alicia Giménez-Bartlett, Clara Sánchez, Dolores Redondo, Eduardo Mendoza, Manuel Vázquez Montalbán, Lorenzo Silva, Javier Moro e Terenci Moix.

«Che un mio romanzo si sia meritato il Premio Planeta ha fatto in modo che, all’improvviso, tutto avesse finalmente un senso: la solitudine del creatore di storie, i sacrifici, lo sforzo per raccontare trame che trascendono nel tempo. Tutto. Il Premio Planeta è un Premio magico» commenta Javier Sierra, vincitore dell’ultimo Premio Planeta assegnato nel 2017.

Il Premio DeA Planeta: valorizzazione internazionale e valore economico

DeA Planeta Libri, prendendo ispirazione dal successo dell’esperienza spagnola, ha deciso di proporre anche in Italia un Premio con l’obiettivo di contribuire a dare nuovo impulso ed energia al mercato editoriale italiano e offrire al grande pubblico romanzi di qualità.

In quest’ottica, sono due le caratteristiche su cui si basa questo progetto: il valore economico del Premio (150.000 euro) e il suo sbocco internazionale. L’opera vincitrice sarà infatti pubblicata in Italia da DeA Planeta e promossa con un intenso tour di presentazioni sul territorio nazionale. Contestualmente sarà pubblicata in Spagna e America Latina presso editori del gruppo Planeta e verrà tradotta in lingua inglese e francese per essere proposta a editori internazionali di quei mercati.

«L’auspicio è che scrittori in lingua italiana in tutto il mondo siano incentivati a partecipare e che, anno dopo anno, le opere vincitrici possano conquistare tutti i lettori, anche quelli che nelle ultime stagioni hanno abbandonato l’abitudine alla lettura» dichiara Daniel Cladera, Direttore Generale Editoriale di DeA Planeta Libri.

Partecipazione e valutazione

Saranno due le fasi di valutazione delle opere candidate: una prima selezione sarà operata da un comitato di lettura coordinato dalla casa editrice e condurrà a una cinquina di finalisti, mentre una giuria composta da cinque personalità della cultura curerà la selezione finale. Per questa prima edizione saranno membri della giuria: Massimo Carlotto (scrittore), Marco Drago (Presidente Gruppo De Agostini), Claudio Giunta (docente e scrittore), Rosaria Renna (conduttrice radiofonica e televisiva), e Manuela Stefanelli (Direttrice Libreria Hoepli) (vd le biografie tra gli allegati).

«Il bando del concorso, con l’indicazione di tempistiche e modalità, verrà pubblicato on-line sul sito http://www.premiodeaplaneta.it oggi, 25 settembre 2018, e così per gli autori (esordienti e non) interessati a partecipare sarà possibile iscrivere le proprie opere inedite, anche sotto pseudonimo, fino al 28 febbraio 2019» dice Stefano Izzo, segretario del Premio DeA Planeta.

Cerimonia di premiazione

Il Premio culminerà con la cerimonia finale, che si terrà il 15 aprile 2019 a Milano: una serata di letteratura e intrattenimento in cui verrà annunciato il vincitore, alla presenza della giuria e di esponenti del mondo editoriale e culturale.

«Desideriamo avviare una nuova importante tradizione nello scenario editoriale italiano e contiamo che la data del Premio possa essere segnata ogni anno sul calendario a fianco di quelle dei maggiori riconoscimenti letterari, con i quali non si intende competere, bensì condividere il medesimo obiettivo di incentivo alla diffusione della cultura letteraria in Italia» conclude Gian Luca Pulvirenti, Amministratore Delegato di DeA Planeta Libri.

Social: @DeAPlanetaLibri
#PremioDeAPlaneta

LE BIOGRAFIE DEI GIURATI

MASSIMO CARLOTTO
Nato a Padova nel 1956, scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel
1995 con il romanzo Il fuggiasco (Edizioni e/o). Lo stesso anno nasce l’Alligatore, alias Marco Buratti, protagonista della serie noir che comprende tra gli altri La verità dell’AlligatoreIl mistero di MangiabarcheNessuna cortesia all’uscita. Nel 2001 scrive Arrivederci amore, ciaoda cui viene tratto l’omonimo film nel 2005, per la regia di Michele Soavi. Nel 2003, anche Il fuggiasco arriva nelle sale cinematografiche, con la regia di Andrea Manni e con l’attore Daniele Liotti. I suoi libri sono tradotti in molte lingue e hanno vinto numerosi premi sia in Italia che all’estero. Massimo Carlotto è anche autore teatrale, sceneggiatore e collabora con quotidiani, riviste e musicisti.
MARCO DRAGO
Nato a Settimo Torinese nel 1946, si è laureato in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano nel 1969. È entrato nello stesso anno nell’Istituto Geografico De Agostini dove è iniziata la sua carriera professionale all’interno dell’azienda di famiglia. Nel 1997, dopo aver ricoperto, tra gli altri, gli incarichi di Direttore Generale prima e di Consigliere Delegato poi, assume quello di Presidente della holding De Agostini S.p.A. Al vertice di uno dei maggiori gruppi italiani a capitale familiare, ha guidato l’azienda in questi anni attraverso uno straordinario percorso di crescita e di diversificazione in nuove attività. Da luglio 2018 è Presidente del Consiglio di Amministrazione della B&D Holding S.p.A. È Vicepresidente del Gruppo Planeta De Agostini, Consigliere di amministrazione di Atresmedia, di IGT, di DeA
Capital, di De Agostini Editore e di S. Faustin (Gruppo Techint), oltre che membro del
Consiglio di Assonime. Ha ricevuto importanti riconoscimenti, tra cui l’onorificenza di
Cavaliere del Lavoro nel 2003.
CLAUDIO GIUNTA
Torinese, classe 1971, è specialista di letteratura medievale e insegna Letteratura italiana all’Università di Trento. Oltre a molti studi scientifici nella sua disciplina, ha pubblicato una raccolta di saggi sull’Italia (Una sterminata domenica. Saggi sul paese che amo, Il Mulino 2013), un reportage sull’Islanda (Tutta la solitudine che meritate. Viaggio in Islanda, Quodlibet -­‐ Humboldt 2014), un libretto su Matteo Renzi (Essere #matteorenzi, Il Mulino 2015), un romanzo noir (Mar Bianco, Mondadori 2015) e un libro sulla scuola e l’università (E se non fosse la buona battaglia? Sul futuro dell’istruzione umanistica, Il Mulino 2017). Il suo ultimo libro è il manuale Come non scrivere (UTET, 2018). Ha curato inoltre un manuale -­antologia di letteratura per il triennio delle scuole superiori intitolato Cuori intelligenti (Garzanti Scuola 2016). Collabora regolarmente con “Il Sole 24 Ore” e “Internazionale”. Co-dirige la “Nuova rivista di letteratura italiana”.
ROSARIA RENNA
Nata a Monopoli, è una conduttrice televisiva e radiofonica. Ha frequentato numerosi corsi di dizione, doppiaggio, recitazione tra cui la scuola Ribalte di Enzo Garinei. Inizia la sua carriera a Telenorba e Radionorba, dove rimane fino al 1992, anno in cui approda a Rds. Riscuote in breve tempo grande successo e diventa una speaker affermata a livello
nazionale. Rimane a Rds, dove cura negli anni anche la rubrica di editoria e
cinema, fino al 2017, anno in cui inizia la sua collaborazione con Radio Monte Carlo per cui è stata l’inviata alla Mostra del Cinema di Venezia e dove conduce dal lunedì al venerdì il programma Due come noi
con Max Venegoni. Per la televisione ha presentato diversi programmi su Rai 1,
Canale 5, TMC ed è stata ospite e inviata speciale per diverse emissioni. È n’appassionata
lettrice e parla di libri tutte le volte che può.
MANUELA STEFANELLI
Nata a Bergamo nel 1972, lavora dal 1993 per la Libreria Internazionale Ulrico Hoepli di
Milano, realtà indipendente fondata nel 1870 e che rappresenta oggi, con i suoi cinque piani espositivi e i suoi quaranta librai specializzati, una delle più grandi realtà librarie d’Italia e d’Europa. Cresciuta professionalmente all’interno di questa autentica istituzione del mondo culturale milanese e animata da una grande passione per il mondo dei libri, ha ricoperto nel tempo varie mansioni: ricopre attualmente il ruolo di direttore.

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...