DAL 5 AL 10 FEBBRAIO 2019 | GENOVA TEATRO DELLA CORTE I   M I S E R A B I L I di Victor Hugo con Franco Branciaroli

DAL 5 AL 10 FEBBRAIO 2019 | GENOVA TEATRO DELLA CORTE

I   M I S E R A B I L I

di Victor Hugo

con Franco Branciaroli,

Alessandro Albertin, Silvia Altrui, Filippo Borghi, Romina Colbasso, Emanuele Fortunati,

Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Francesco Migliaccio,

Jacopo Morra, Maria Grazia Plos, Valentina Violo

adattamento Luca Doninelli


regia Franco Però

 

 

 

Martedì 5 febbraio ore 20.30 al Teatro della Corte debuttaI Miserabili, la prima trasposizione teatrale del capolavoro di Victor Hugo, con Franco Branciaroli nel ruolo di Jean Valjean e la regia di Franco Però.

 

I Miserabili di Victor Hugo è un’opera monumentale, una “sinfonia” traboccante di intrecci, un patrimonio della letteratura e del genere umano: è possibile far rivivere sul palcoscenico un romanzo tanto fluviale (oltre 1500 pagine) e articolato? Conscio di avventurarsi in una vera impresa, il regista Franco Però, grazie alla preziosa collaborazione dello scrittore Luca Doninelli che ha curato l’adattamento, ha lavorato per sottrazione facendo leva sulla potenza del romanzo francese: il crimine e la redenzione, il rapporto con il sacro e la passione, la ribellione e le ingiustizie sociali sono temi che sia nel romanzo, sia sulle assi del palcoscenico, sono capaci di parlare agli uomini di ogni epoca.  L’epopea di Hugo assume i caratteri epici della tragedia greca che riflette sull’etica e sul senso della Giustizia, sull’uomo e sul rapporto col trascendente. Può una colpa macchiare una vita intera? Esiste per ogni essere umano una possibilità di redenzione? Proprio come Creonte e Antigone, Javert e Valjean sono due facce della stessa medaglia: Javert è l’inflessibile poliziotto per cui certe colpe sono incancellabili. Valjean, è l’ex galeotto (miserabile) che scegliendo e compiendo il bene crede e si dona una seconda possibilità di vita.                  

 

Il regista afferma: «Ogni capitolo del romanzo meriterebbe uno spettacolo a sé. Non potendo fare ciò, abbiamo pensato ad un lavoro che possa contenere anche ciò che non si riesce a raccontare. Mentre Franco Branciaroli scelto dal regista come protagonista, descrive Jean Valjean come: «Uno strano santo, una figura angelico-faustiana. Il ritratto di un’umanità che forse deve ancora venire».

 

I Miserabili è in scena al Teatro della Corte fino a domenica 10 febbraio.    

 

Inizio spettacoli ore 20.30, giovedì ore 19.30. Domenica ore 16.

 

Mercoledì 6 febbraio, alle ore 17,30 nel foyer della Corte conversazione con gli attori della Compagnia. Conduce Umberto Basevi. L’ingresso è libero.

 

Info e biglietti su www.teatronazionalegenova.it

SDL-7298.jpg