IV CONVEGNO NAZIONALE MAB – MUSEI/ARCHIVI/BIBLIOTECHE Roma il 29 novembre 2019 presso l’Archivio centrale dello Stato

fonte MIBACT
Il 29 novembre 2019 si terrà a Roma, presso l’Archivio Centrale dello Stato all’EUR, il IV Convegno nazionale MAB. L’appuntamento biennale, come indica il titolo, intende rilanciare con forza l’alleanza tra i professionisti di Musei, Archivi e Biblioteche, creata nel 2011 con un Protocollo tra ICOM, ANAI e AIB, cui hanno aderito anche la Confederazione Italiana Archeologi (CIA) a l’Associazione dei Conservatori e Restauratori Italiani di Archivi e Biblioteche (AICRAB).
Le relazioni della mattina, dopo l’introduzione di Claudio Leombroni, che apre a una visione e a una prospettiva di integrazione delle politiche del patrimonio, saranno dedicate a un confronto sui lessici in uso nei rispettivi settori, tracciando un percorso di studio che, partendo dai termini in uso nei tre ambiti, proponga un lessico comune per alcune funzioni analoghe (come acquisizione, documentazione, conservazione, ricerca, educazione, comunicazione, sicurezza), tenendo
conto non solo delle missioni degli istituti e delle competenze specialistiche degli addetti ai lavori, ma anche della percezione delle comunità e degli utenti o pubblici di riferimento. Il progetto che Maurizio Vivarelli, Pierluigi Feliciati, Daniele Jalla intendono presentare potrà, in futuro, avere esiti anche sul piano pratico, ad esempio per: costruire contenuti culturali integrati in ambienti digitali; proporre percorsi formativi comuni su specifiche materie; definire aspetti di etica professionale comuni che gli organi di governo devono impegnarsi a rispettare; individuare competenze/figure professionali che integrino l’azione di archivisti, bibliotecari, direttori/curatori di musei, soprattutto nel settore dell’educazione, della promozione, della comunicazione.
Il Convegno costituisce d’altra parte l’occasione per un bilancio delle iniziative comuni realizzate negli ultimi anni dai MAB regionali e per un’analisi di criticità, potenzialità e obiettivi di medio e lungo periodo, sia livello territoriale che nazionale. Le suggestioni emerse dagli interventi programmati e dal dibattito che ne seguirà saranno raccolte dai Presidenti delle Associazioni, i quali s’interrogheranno sulle prospettive future di MAB dal punto di vista organizzativo (governance più strutturata a livello nazionale, maggiore concertazione tra i coordinatori nazionali e regionali, etc.) e strategico, individuando le principali linee d’azione da seguire.
La partecipazione al Convegno è gratuita ma è necessaria l’iscrizione attraverso la compilazione del modulo