Un capodanno …|”Ten” – capitolo 28 |L.L.C. Allori

Allerta spoiler

“Ten” – capitolo 28

L.L.C. Allori

Mar Mediterraneo, 31 dicembre 2014

Finite le battaglie, possiamo festeggiare degnamente la fine di questo turbolento mese e anno. Per la festa abbiamo traghettato da Faiyrence un po’ di gente, senza contare una visita attesa e gradita, quella di Anya, Kenneth, Erja e Jack.

Ross canterà con i Dark Warriors ma sono previsti tanti ospiti, da Ellie a ovviamente gli Only 1 Normal, i maestri della RADC fino all’amico rapper di mia sorella Gemma.

Per festeggiare la fine delle battaglie e la fine delle ostilità tra magia e mana, abbiamo scelto anche un tema fiabesco per la festa e i nostri vestiti e costumi, ricordano molto le favole, a cominciare dai Dark Warriors in perfetto look pirata. Mio padre ha un’energia pazzesca, negli ultimi anni, da quando ha preso il posto di zio Andres come cantante dei Dark Warriors (secondo a Michel), si è scatenato, sembra che l’adrenalina del palco gli faccia scattare una bella follia; lui che fondamentalmente è un timido!

Così sul palco con Ross non si riesce a capire chi abbia venticinque anni e chi più di cinquanta, con la felicità del mio biondo amico americano che si diverte moltissimo.

Balliamo tutti un po’ di tutto, eccetto Evelyne che si sente un po’ fuori dal coro in questo senso. Soprattutto quando scopre che Gabriel le “sa tutte” e si produce in una rumba con Vivian da svenimento:

«Ah, i bei tempi …» sospira mio padre.

«Cosa intendi?» chiedo.

«Sai quante ne abbiamo sdraiate lui ed io da pirati? Bastava una rumba così e non ce n’era più per nessuna!»

Mi metto a ridere: «Ah sì, ti mancano quei tempi?» si lamenta mia madre e lui ritratta.

«Oggi tu fai per dieci, Maddy!»

«Ecco, bravo …»

«Non è possibile, anche mio figlio sta ballando!» si lamenta Evelyne.

«Lo credo, ha una cotta folle per Mandy!» rincaro io.

«Raoul, cosa devo fare, qui tutti ballano, persino Quinn, che credevo un bastone, poco fa si è lanciata in una salsa o cos’era con Ossian!»

«Era un merengue» la correggo «e comunque, basta trovare il ballerino giusto e, mio suocero mi pare essere piuttosto ferrato. Anche perché se balla ancora con Vivian così, Stefano lo rende una bella statua di Hook da mettere a Kensington accanto a Peter Pan!»

«Oh Raoul, tu la fai troppo facile!»

Do un’occhiata a Christopher che mi capisce al volo, arriva, le prende la mano e la conduce al centro della pista: «Cara Evelyne, sappi una cosa: nessuna ha mai ballato con me senza volare sulle ali del Cigno …»

Gabriel passa loro a fianco: «Chiudi la bocca e asciugati la bava, Crow … io vado a ballare con Stella!»

«Occhio, capitano …» brontola Christopher.

Mentre Evelyne sembra sciogliersi un po’ con il migliore al mondo, noto che c’è una coppia assurda che, da qualche giorno, mi dà da pensare, ma stasera molto di più: Lilian e Calum.

Dopo la sua risurrezione e l’essersi messi insieme di Marcelo e Scarlett sembra che il connubio artistico tra Lilian e il figlio dei Bacigalupo non debba riprendersi, Scarlett resterà a Malta e ballerà con lui.

Calum sa ballare ma non è certo per un discorso sportivo che mi danno da pensare assieme: «La figlia del Secchione con il rosso scemo sono una bella coppia» commenta Celestia.

«Forse si completano»

«Già ma non illuderti, non sono innamorati, ballano solo assieme»

«C’è tempo, in fondo, lei è appena risuscitata!»

Continuiamo a ballare e la festa va avanti. Tra un giro e l’altro Christopher dice a Teseus guardando Vincent e Turquoise: «Mi devi dieci euro»

«Hai ragione, è una scommessa che ho perso volentieri»

In effetti quei due sono una bella coppia e mio fratello è veramente innamorato perso.

Così come il suo gemello che ha deciso di fare la proposta ad Azzurra proprio stasera a mezzanotte meno tre minuti:

«Devo chiederti una cosa ma devi rispondermi entro mezzanotte …» tira fuori l’anello «Azzurra Rikken, mi vuoi sposare?»

«Oh, mio Dio!»

Così mentre suo padre suona la canzone degli Europe per il conto alla rovescia, Azzurra risponde: «Sì, Laurent Cortes!»

Mia madre si raccomanda prima di lanciare gli ultimi dieci secondi: «Ricordatevi amici della “stella” che noi salutiamo il nuovo anno solo in un modo»

«Quale?» mi chiede Gabriel.

«Devi sollevare la tua donna e baciarla» spiego.

«Gran bella tradizione!»

«Dieci, nove, otto, sette, sei, cinque, quattro, tre, due, uno, zero … buon 2015!»

Non suona più nessuno, perché tutti, insindacabilmente tutti, seguono la tradizione, forse con solo qualche eccezione.

Jared avrebbe voluto approfittare anche di essere sotto al vischio, ma Mandy, che è la degna figlia di Cassiopea (alla quale somiglia in modo pazzesco), gli prende la faccia e lo bacia lei. La scena è talmente divertente che anche Naveen scoppia a ridere, soprattutto perché la faccia di Jared si è appena colorata di rosso fuoco.

«Buon anno, Gemma» dice il bambino e questo augurio per lei vale più di ogni vittoria.

«Buon anno, Naveen … se vuoi puoi chiamarmi mamma»

«Allora buon anno, mamma» Parsifal quasi piange per la gioia ma viene travolto da un trenino capitanato da mio zio Michel.

«No, il trenino, no!» brontolo ma mi accodo.

«Siete sempre così?» mi chiede Josh dietro di me.

«A volte anche peggio!»

«Mi sto divertendo moltissimo!»

«Anche io! Ah, buon anno, Josh»

«Buon anno a te, Raoul!»


Ten – libro – kindle 

Ricordiamo che la versione kindle è gratis fino a domani alle 9.

Buon 2020 a tutti!