PER AMORE E PER UNA STELLA

1980: Un
gruppo di ragazzi studenti di un collegio maltese, che accoglie sia bambini
disagiati che ricchi paganti fanciulli “speciali”, parte per completare il
corso di studi ed entrare nel Quart’ordine segreto dei Giovanniti (Cavalieri di
Malta). Questi guerrieri nascono come propagatori pacifici d’amore e di fede,
guaritori dell’anima e del corpo, su ordine di San Paolo, che in punto di
morte, dispone a Marzio Settimo Sagitta, centurione romano convertito al
cristianesimo, di conservare la spada del suo martirio, e con la moglie Athena,
istituire “i militi della Stella”, cioè la croce di Gesù. All’inizio i
guerrieri sono pacifici e si nascondono dietro effigi pagane per non farsi riconoscere.
Con il trascorrere del tempo vengono definiti “angeli”, cherubini, serafini,
amazzoni, eccetera seguendo diverse gerarchie in base alla loro energia
spirituale che viene definita “mana”. Con l’avvento delle Crociate, anche i
militanti della Stella di san Paolo cercano di propagandare amore in Terra
Santa, confluiscono negli ordini crociati: Giovanniti, Templari, Teutonici con
a guida una Virtù teologale o cardinale abbassata al rango “paolino” per
distinguerla da quella religiosa … Ma ne nasce anche la nemesi e la guerra
inizia. Tra i ragazzi che partono da Malta, dunque, ci sono Madleine e Javier
entrambi legati ai loro rispettivi fratelli, una perché Michel è l’unica
famiglia che possiede, l’altro perché Andres è il fratello più piccolo che ha sempre
protetto. Innamorati perdutamente l’uno dell’altra, Madleine e Javier non
riescono a dichiarare il loro amore, lei perché troppo giovane e confusa nei
suoi sentimenti; lui perché sa che anche il fratello Andres ama Madleine. Si
rincontrano dopo dieci anni, nel 1990, ma a Javier è accaduto qualcosa … è
posseduto da Agas, che un tempo era la virtù di Caritas e vuole prendere
possesso dell’armatura di san Marzio messa in palio al torneo One For Divine,
organizzato da Miss Nicole Tucson del quale i favoriti parrebbero proprio
Javier e Michel. Quest’ultimo, dopo una prima adolescenza passata
innamoratissimo della coetanea viscontessa, parte per prepararsi dieci anni in
Grecia, e con lei non riesce a salutarsi, anzi, scorgendo di nascosto una
conversazione della ragazza col nonno, scopre di non essere gradito al
visconte, quindi, una volta in terra straniera, lui diventa velocemente un
playboy, come tale lei lo ritrova dopo dieci anni, quando va a cercarlo per
chiedergli di partecipare al torneo. Lui la ama ancora, ma lei è impegnata con
Philip Parker e il ritorno a Malta assume contenuti burrascosi. Intanto, è
rientrato pure Andres, bellissimo e dolcissimo, che fa amicizia con una giovane
e misteriosa amazzone di nome Esmeralda che porta con sé un figlio di cui dice
d’ignorare la storia ma il cui nome risveglia in molti, Andres soprattutto,
strane fantasie: il bambino, infatti, si chiama Teseus, come il vero nome di
Javier, quello che aveva prima di scappare da Bilbao alla Tucson Foundation,
così come era Yaris quello di Andres suo fratello. Dall’Italia,
invece, viene la solare e impicciona Cassiopea, che in verità si chiama
Cristina, ma ha cambiato nome causa di disavventure sentimentali, che fa
amicizia con il sapiente Keanu, alla terza laurea e che ha passato gli ultimi
dieci anni in Cina. Al gruppo si uniscono anche la vecchia conoscenza
Christopher, che ha seguito l’addestramento in Siberia e Stella, una svedese
esiliata a Rapa Nui da un regno chiamato Ángelsgarðr. Costoro, si sono
conosciuti qualche tempo prima, in occasione di un esame di danza del ragazzo,
che in lei ha trovato la partner ideale e si sono innamorati, anche se risulta
difficile ad entrambi ammetterlo e preferiscono nascondere il tutto riducendo
la relazione a mera attrazione fisica. Stella ha un fratello maggiore, Sven,
arcangelo paolino, ballerino omosessuale che divide una relazione con un
soldato sovietico di nome Ivan che presto si scopre malato di AIDS. A Sven
viene affidato lo spettacolo inaugurale del torneo One For Divine che verrà trasmesso
via satellite e condotto da un presentatore italiano di nome Leonardo
Silvestri. Questi tenta d’impicciarsi nelle storie personali dei partecipanti
ma con pochi risultati. Mentre Madleine scopre di essere osservata di nascosto
da Javier, che fa fatica ad avvicinarla a causa del colpo inflittogli da Agas,
Cassiopea assiste ai fatti e diventa immediatamente amica dello spagnolo, che
si porta appresso pure Akim anche lui nascosto in segreto. Questi è amico di
Christopher dai tempi della Russia ma scomparso in misteriose circostanze; poi
il basco può contare su Stefano, un genovese vecchia conoscenza di Cristina dai
tempi del Campus italiano e altri che si definiscono pirati, di cui Javier è da
anni il capitano. Superati i
primi ostacoli, tra cui anche lo scoprire la presenza di Akim, tutti si
prodigano per il torneo e lo spettacolo inaugurale, soprattutto Esmeralda, che
con il suo fascino da smemorata e questo misterioso bambino attira l’attenzione
di Madleine che è gelosa perché sospetta (con ragione) che il piccolo sia
figlio di Javier e che il fatto che lui la creda morta sia dovuto ad un qualche
artifizio. Nel frattempo, lei lega con Andres che la corteggia, e con Akim con
il quale condivide anche la passione per i tuffi e fa amicizia con le ragazze del
gruppo. Ad un certo
punto, si decide che il torneo verrà svolto a due fazioni differenti, una
squadra che gareggerà per Michel e l’altra per Javier, in questo modo,
quest’ultimo ottiene di avere Madleine tra le sue fila, ma non riesce a far
riesplodere il loro amore perché ogni volta che si avvicinano, il ragazzo
rischia di morire per il colpo di Agas. Lei fa di tutto per liberarlo, persino
condividerne a metà il giogo, ma viene liberata da Michel e Akim su consiglio
di Javier stesso. Quando si
scopre che Teseus è figlio di Javier, qualcuno, che solo anni dopo si saprà
essere Niside, aveva scambiato le provette di sangue per non farlo scoprire da
subito; Madleine cade in depressione e solo il bambino cresciuto venuto dal
futuro la consolerà promettendole un tempo con suo padre in cui saranno felici.
Lei viene a sapere che il piccolo è Caritas, la virtù principale tra quelle
paoline e, per proteggerlo, lascia Javier e si mette con Andres. Il torneo
termina, prima Javier si fa raccontare la verità da Esmeralda, che nel
frattempo grazie a Keanu e un monaco benedettino, padre Maria Suomi, aveva
ritrovato la memoria e la vittoria di Michel conferma anche la sua
predestinazione a stare con Nicole, la virtù di Iustitia ed erede di Athena
Areopagita. Durante la
festa della vittoria, però, vengono attaccati e Javier precipita da un dirupo e
muore.